angelo capelli
Regione Lombardia
Lombardia Popolare
FATTORE FAMIGLIA LOMBARDO, UNA NUOVA VISIONE DI SOCIETA' E UN SUCCESSO DI LOMBARDIA POPOLARE
23 Maggio 2017

FATTORE FAMIGLIA LOMBARDO, UNA NUOVA VISIONE DI SOCIETÀ E UN SUCCESSO DI LOMBARDIA POPOLARE

Carissimo,

l’approvazione martedì in consiglio regionale del Fattore Famiglia Lombardo, costituisce il successo di un grande lavoro politico di una squadra (Lombardia Popolare) che sa proporre ai colleghi della maggioranza che governa Regione Lombardia e a tutte le altre forze politiche la modernità di un nuovo modello d’intervento amministrativo.

La visione dalla quale partiamo mira a valorizzare qualunque nucleo che si unisca per generare e accudire figli. Tant’è che si utilizza lo “stato di famiglia” rilasciato dal Comune per individuare i nuclei familiari. In questa visione la famiglia non è più il soggetto fragile, debole e da assistere, dunque che genera dei costi a carico della comunità. Al contrario è una risorsa capace d’investire sul futuro e rigenerare la società in cui è inserita. Fattore quindi di sviluppo che fa risparmiare il sistema impedendogli di sgretolarsi. Anzi che lo rigenera, facendosi carico di aspetti economici, sociali, sanitari, educativi, abitativi, lavorativi che altrimenti ricadrebbero sulla collettività. E che per questo è da sostenere e riconoscere, mettendola al riparo da spese inique e inappropriate.

Questo storico risultato tanto pazientemente costruito, e inseguito senza esito da tutte le Giunte che ci hanno preceduto, è un grande merito di Lombardia Popolare. Toccherà ora alla Giunta tradurre in un “algoritmo” gli ambiti di applicazione che abbiamo individuato.

Cordialmente.

Angelo Capelli

Una clip di un minuto per chiarire con semplicità.

 

INVITO PERSONALE: MILANO, SABATO 28 GENNAIO ORE 10.30 INAUGURAZIONE DELLA NUOVA SEDE DI LOMBARDIA POPOLARE, VIA VINCENZO MONTI 79/5
25 Gennaio 2017

INVITO PERSONALE: MILANO, SABATO 28 GENNAIO ORE 10.30 INAUGURAZIONE DELLA NUOVA SEDE DI LOMBARDIA POPOLARE, VIA VINCENZO MONTI 79/5

Carissimo,

sabato 28 gennaio alle ore 10.30 inauguriamo a Milano, in via Vincenzo Monti 79/5, la nuova sede di Lombardia Popolare.

Un luogo di confronto e di riferimento per Milano e tutta la Lombardia che abbiamo fortemente voluto per incontrarci liberamente e con assiduità, per proseguire insieme il lavoro condiviso di aggregazione dei moderati. 

Sarà l'occasione, oltre che per vedere la struttura che presenteremo ai giornalisti e alla stampa, per approfondire l'attività e i temi che sono all’origine di Lombardia Popolare e della nostra esperienza.

All'inaugurazione troverai Maurizio Lupi, quanti lavorano a Roma e sui territori, la nostra classe dirigente, oltre a tanti amici e simpatizzanti.

Ti invito personalmente. Ti aspetto!!!

Cordialmente.

 

Angelo Capelli

 

Auguri S. Natale 2016
19 Dicembre 2016
DOPO REFERENDUM, ANCORA FIANCO A FIANCO DI CHI CERCA RISPOSTE ALLA NECESSITÀ DI CAMBIAMENTO
14 Dicembre 2016

DOPO REFERENDUM, ANCORA FIANCO A FIANCO DI CHI CERCA RISPOSTE ALLA NECESSITÀ DI CAMBIAMENTO

Carissimo,

il No ha vinto e la volontà popolare si è espressa chiaramente. Non ti nascondo certo la delusione che ho provato perché, come ho detto a caldo, sono convinto che abbiamo perso tutti un’occasione per incominciare a cambiare il Paese. In ogni caso, e comunque, hanno vinto la democrazia e la volontà degli elettori di partecipare, che rispetto profondamente. Dopo le dimissioni di Renzi, il Governo Gentiloni dovrà ora occuparsi delle scadenze incombenti e di garantire un’azione che cerchi di rimuovere gli ostacoli che impediscono il pieno rilancio dell’economia e del lavoro. Mi auguro che ciò avvenga in un clima civile, come pare emergere anche dalle dichiarazioni dei vertici nazionali di Forza Italia che si son detti pronti a un’opposizione responsabile. Spero pure che si arrivi rapidamente all’approvazione di una nuova legge elettorale omogenea per i due rami del Parlamento.

In provincia di Bergamo il No ha ottenuto il 55,60% (349.842 voti) ma il “suo” fronte politico è un vulcano in eruzione. 5 Stelle e Lega hanno condotto uno scontro senza quartiere, giocando la partita della vita per il rovesciamento del quadro politico. Sento che c’è tra loro chi vuole distruggere tutto, chi intende andare immediatamente al voto per “riscuotere” (ed io non mi sottraggo di certo), chi non si accontenta perché vuole azzerare gli avversari. In tutto questo è evidente l’aspetto violento dell’antipolitica e di chi - il peccato originale certamente è di Renzi - ha condotto esclusivamente una campagna “contro” usando il contenuto del quesito referendario come pretesto. Ad uscirne malconci però sono l’Italia e i suoi abitanti, soprattutto quelli meno abbienti e indifesi. A farmi sorridere è l’accusa che ci è stata fatta come sostenitori del Sì, di non aver saputo “cogliere” il clima sociale e dunque di essere lontani, “scollati” dai cittadini. Come se il tema della Riforma fosse questo (ottenuto tra l’altro dando non sempre delle informazioni corrette) e non il cambiamento della Costituzione (almeno così avevo capito!) per tentare di renderla più snella e al servizio del Paese e del cambiamento necessario.

In questo clima sarebbe sbagliato trascurare quanti si sono messi in cammino in questi anni per cercare di cambiare il Paese, così come non comprendere a fondo le ragioni di chi ha votato No pur auspicando la modernizzazione dell'Italia.

Per questo sono molto orgoglioso del lavoro che abbiamo svolto. Durante la campagna referendaria ci siamo mossi con semplicità, competenza e decisione. E la gente, anche quella che non ha accolto la proposta di Riforma, ha risposto positivamente forse sentendosi un po’ ascoltata nel suo bisogno. Il Sì ha raccolto il 44,40% dei consensi in provincia di Bergamo (279.319 votanti) e in Bergamo città ha vinto con il 52.94% (34.782 voti). Per essere stati gli unici nel Centro destra e nell’area moderata a sostenere apertamente la Riforma lo giudico un risultato importante, proprio in considerazione dell’altissima affluenza al voto e del fatto che le forze politiche che si sono espresse per il Sì erano solo quelle che sostenevano il Governo.

Su questa strada e in questo lavoro intendo continuare insieme a te.‎

Angelo Capelli

 

CHIUSURA CAMPAGNA REFERENDARIA CON LUPI E GORI
30 Novembre 2016

CHIUSURA CAMPAGNA REFERENDARIA CON LUPI E GORI

Carissimo,

venerdì sera chiuderemo a Bergamo la campagna per il Sì con due grandi amici: Maurizio Lupi e Giorgio Gori. Ci troviamo alle 20.45 a Bergamo nella sala convegni dell’Associazione Mutuo Soccorso in via Zambonate 33. Ti prego di non mancare. 

Angelo Capelli

#insiemeSIcambia

 

Prossima Pagina
Angelo Capelli
Links
Contatti
© 2017 Angelo Capelli. Tutti i diritti riservati
Powered by 05 Informatica Snc & Designed by 2Caffè